Oratorio di San Marcello
PARUZZARO



L’oratorio si trova a circa un chilometro dal paese, all’interno del cimitero.

È un edificio romanico, a navata semplice con facciata a capanna e abside semicircolare.

Nel corso dei secoli vari sono stati gli interventi di restauro, originale è invece il campanile di pura scuola comasca (come cita il Verzone e dallo stesso viene datato tra il 1050 e 1075) e sorge accanto alla chiesa sul fianco nord.

È un vero gioiello di architettura, slanciato e armonico, non vi sono ciottoli o materiale di recupero ma solo pietra sapientemente spaccata.

Gli affreschi ricoprono quasi interamente le pareti, risalgono al XV e XVI secolo e sono ben conservati grazie ad un sapiente restauro avvenuto da pochi anni.

Posta sulla parete nord e di particolare pregio la Madonna del Latte tra San Rocco e San Grato eseguita nel 1488 da Giovanni Antonio Merli.

Sono invece attribuiti a Sperindio Cagnola gli affreschi che coprono il catino absidale e l’ordine inferiore della parete sud, probabilmente eseguiti tra il 1514 e il 1524.

Gli affreschi che occupano la parte superiore della parete sud e raffigurano gli avvenimenti della Passione di Cristo, risalgono alla seconda metà del ‘400 e vengono attribuiti dalla Bandiera al Maestro della Passione di Postua.