Il monumento dei Caduti di Veveri, la tomba dei partigiani nel Cimitero di Novara e la lapide commemorativa del Broletto.

Foto di Livio G. Rossetti


Il monumento dei Caduti di Veveri, lato Ovest.

Il monumento in diagonale.

La lapide commemorativa dei caduti nella lotta partigiana o nelle formazioni alleate.

La lapide con i nomi dei caduti.

Il lato Est del monumento: i caduti nellalotta partigiana.

L'elenco dei caduti nelle formazioni alleate ed in prigionia.

La tomba dei Partigiani nel cimitero di Novara.

La lapide commemorativa dedicata a oltre 80 partigiani sepolti nella tomba comunale

Foto e data di morte di L. Rossetti, sepolto nella tomba comunale

Foto e data di morte di G. Andoardi, sepolto nella tomba comunale

La lapide commemorativa dei caduti al Broletto con al centro il bassorilievo dello scultore Mella. In provincia di Novara, nel VCO e nella vicina Valsesia durante la lotta partigiana operarono circa 15.000 volontari della libertÓ: 6.000 circa furono riconosciuti "partigiani combattenti" e ben 1.200 di loro morirono tra il 1944 e il '45.

Sotto il porticato, a sinistra per chi entra dalla piazza del Duomo, si trova il bassorilievo raffigurante un partigiano combattente, con la scritta "Novara ai suoi Partigiani", e dodici lapidi che riportano i nomi dei caduti durante la Resistenza nella vecchia provincia di Novara: tra questi i nomi dei caduti veveresi.