Mergozzo e il suo lago

Foto di Livio G. Rossetti e Anna Bojeri

10 giugno 2016

Il lago di Mergozzo, che è ubicato tra il Verbano e il Cusio, è il quarto per estensione del Piemonte. Sulle sue rive si affaccia il centro abitato di Mergozzo che dà il nome al lago. In tempi passati era l'estrema punta del braccio occidentale del lago Maggiore, ma le inondazioni e sedimenti della Toce, formarono un braccio di terra che divise i due bacini. Oggi su questa terra alluvionale sorge Fondotoce. Oggi il lago di Mergozzo risulta uno dei più puliti d'Italia.
Mergozzo è un piccolo comune di 2.200 abitanti ed è considerato la porta meridionale della Val d'Ossola della cui omonima Repubblica indipendente (settembre-ottobre 1944) rappresentava il confine meridionale insieme al vicino comune di Ornavasso. Il simbolo di Mergozzo è l'olmo secolare, completamente cavo, che si trova al centro della piazza principale del paese e che era già presente a Mergozzo dal 1600. Anticamente sotto di esso le autorità locali si riunivano per le decisioni riguardanti la comunità e per amministrare la giustizia. L'olmo di Mergozzo è annoverato tra gli "alberi monumentali" del Piemonte.
La chiesa parrocchiale è dedicata all'Assunzione della Beata Vergine. Inaugurata nel 1610, sorge sulle basi della preesistente pieve romanica. Il rifacimento è durato dal 1603 al 1610. Il porticato delle cappelle si trova al fianco della chiesa. Inizialmente questa zona era un cimitero poi, in seguito al suo trasferimento nella sede attuale, nel 1759 furono realizzate tredici cappelle della "Via Crucis", affrescate da Ronchelli. Solo in seguito venne costruito il porticato.
L'oratorio di Santa Elisabetta è una piccola chiesetta sita nel centro storico del paese. È dedicato ala Visitazione della Vergine a Santa Elisabetta. Eretta attorno al 1623, sorge sulle fondamenta di una preesistente cappella. Santa Elisabetta è patrona del rione "al Sasso" dove si trova un'antica casaforte.
Tra la Toce e il lago si trova, isolato, da cui il nome, il Montorfano dove, da molto tempo, avviene l'estrazione della pietra granitica.