Area verde Piano esecutivo Convenzionato via Russi-via S. Caterina, ditta costruttrice "Provinelli"

Agli inizi di novembre 2009 è stata rimossa la rete che impediva di entrare nel parchetto Provinelli ma l'eventuale utilizzo dell'area è ostacolato dalle erbacce che ricoprono l'intero parco. La storia di questa zona verde perdura da circa tre anni: a volte viene ripulito il tutto con relativo taglio dell'erba, poi torna tutto come prima impedendo agli abitanti della zona qualsiasi fruizione. Tralascio ogni commento sul disinteresse dell'amministrazione comunale e della ditta costruttrice responsabili di questa situazione.

Finalmente a fine novembre viene tagliata a cura dell'ufficio parchi l'erba ma, sinceramente, sarebbero necessari altri interventi per rendere fruibile il parco. I passaggi pedonali meriterebbero una migliore sistemazione dopo l'incuria di tre anni. Manca la segnalazione del passaggio del cavo della TERNA, obbligatorio, con l'indicazione di non soffermarsi sopra di esso. Devono essere rimosse o almeno potate le pianticelle nei pressi della rete e del lampione (vedi foto). Come in altri casi dovrebbe essere dato un nome al parco e fatta ufficialmente l'inaugurazione.



21 ottobre: il parco "Provinelli", è nuovamente stato rimesso in ordine, con la striscia scorporata verso la zona autostradale. Questa è l'attuale situazione, quando il parco è ancora chiuso e ne viene impedita la fruibilità.


piazzale per parcheggio

il riordino non è perfetto

visione verso il condominio Provinelli


area panchine

zona confinante con la sezione scorporata


gli alberi estirpati per far passare i cavi Terna sono ormai secchi

Nella mattinata del 22 luglio 2008, la presidente del quartiere, il coordinatore della commissione LLPP del quartiere, Gianni Tacchini, il consigliere comunale Fonzo e il sottoscritto, presentatore in consiglio dell'interrogazione sull'area in oggetto, si sono incontrati con l'assessore Pepe per discutere di altra questione ma, per inciso, sono venuti a conoscenza del fatto che finalmente è stata chiusa la questione riguardante l'area verde del PEC Provinelli e presto la zona a verde pubblico verrà aperta all'uso dei cittadini.

Ultimissime. Durante le giornate di martedì 22 e mercoledì 23 luglio gli operai che hanno in appalto i lavori della Terna hanno sconvolto con i loro scavi la parte terminale del parco, eliminando alcuni alberi.

Martedì 29 luglio, durante un colloquio con l'arch. Belletti, veniamo a sapere che questa parte dell'area che la ditta Provinelli ha ceduto al comune a sua volta sarà data alla SATAV e quindi non diverrà parco pubblico. L'area verde sarà ristretta e parte degli alberi eliminati saranno sistemati altrove. Scampato pericolo per la salute dei possibili frequentatori della zona ma anche una zona verde più piccola.


Lettera pubblicata
da Novaraoggi
l'11 aprile 2008

Lettera pubblicata
da La Stampa
il 27 agosto 2008

A distanza di quattro mesi sono apparse sui giornali due lettere apparentemente scritte dalla stessa persona, Mauro Benvenuti, abitante nel complesso Provinelli. Dopo la prima lettera io risposi indicando i termini della questione, l'interrogazione presentata in Quartiere rimasta a lungo senza risposta. Appena giunte le notizie di chiusura della pratica ne ho dato informazione sul sito, ho dato l'allarme vedendo passare i cavi della Terna, mi sono informato, ho ottenuto altre risposte, regolarmente riportate in questa pagina e pubblicate anche da Prealpina. Ora compare la seconda lettera con gli stessi interrogativi della prima.


Articolo pubblicato
da Prealpina
il 31 luglio 2008

Con ogni probabilità lo scrivente non consulta il sito e quindi non può avere informazioni che vanamente cerca dalle Autorità comunali. Saprebbe infatti che la pratica Provinelli-Comune si è chiusa il 16 luglio u.s., che in tempi ragionevoli l'area sarà aperta al pubblico, che una parte del parco sarà ceduta alla SATAP, area dove transitano i cavi Terna.


Questa è la situazione ad agosto
del parchetto con la vegetazione
affidata alla natura:
crescono le erbe infestanti

ecco lo scavo
all'interno del parco

vecchi e nuovi alberi
lungo lo scavo

area ceduta
a SATAP

INTERROGAZIONE SCRITTA URGENTE

Presentata, ai sensi dell’art. 21, 4° comma del Regolamento, dai Consiglieri sottoscritti, primo firmatario Livio Rossetti, al Presidente del Consiglio Circoscrizionale Nord

Oggetto: Area verde Piano esecutivo Convenzionato via Russi-via S. Caterina

Premesso che:
-Nel numero 2 del maggio 2006 appariva su “La Campana di Veveri”. un articolo a firma Filippo Barbaglia che annunciava la prossima apertura di una nuova area verde pubblica a Veveri; Che l’utilizzazione urbanistica del terreno di proprietà della ditta Provinelli avrebbe avuto le seguenti destinazioni: superficie destinata ad area verde di quartiere; superficie destinata a parcheggio e percorso pedonale pubblici; Che l’area è pronta da tempo, è piantumata, ha l’impianto di irrigazione, ha panchine e impianto di illuminazione; Che l’accesso è però impedito da rete mobile posta lungo tutta la strada d’accesso; Che recentemente è stata tagliata l’erba cresciuta notevolmente nei mesi scorsi su tutta la superficie; Che tutto è documentato dalle foto allegate.
Gli interroganti chiedono alla presidente:
1. Se ha notizie certe dell’area in oggetto;
2.Se è possibile sapere perché l’area non sia ancora fruibile;
3.Se sia già stata firmata la convenzione di cessione dell’area dalla ditta Provinelli al Comune;
4.Quando sarà ripulita l’area dalle erbe di sfalcio e sarà rimossa la barriere di chiusura;
5.Quale nome sarà dato a tale area.


Novara, 30 ottobre 2007
La presidente non ha mai dato risposta all'interrogazione. Martedì 5 febbraio 2008 finalmente sono venuti in Consiglio assessori e dirigenti per rispondere anche a questa interrogazione, ma ...
Sul parchetto di via Russi-via S. Caterina, per l'assenza dell'assessore competente Colombo, non ho avuto risposte. L'arch. Guasco si è impegnato a trovarle e a comunicarmele e questo è avvenuto venerdì (u.s.).
In realtà il quartiere aveva ricevuto la risposta del Dirigente del servizio Pianificazione Programmazione Urbanistica Territoriale, arch. Paola Vallaro, inviata il 18 dicembre 2007, ma nessuno l'aveva comunicata. Il Dirigente informava che: "Per tali aree, a destinazione pubblica, è pervenuta nuova proposta di assestamento planimetrico. Viene confermata comunque la complessiva destinazione pubblica delle aree che verranno in parte cedute al Comune e in parte assoggettate all'uso pubblico, non appena perfezionati gli atti propedeutici. Si precisa, inoltre, che le transenne esistenti in loco sono provvisorie e verranno rimosse con il perfezionamento dell'iter burocratico". Non mi è dato saperne di più.