Tour delle Fiandre e Reims

11-17 agosto 2019
Foto di Livio G. Rossetti

Questo breve tour nelle Fiandre e nella vicina zona francese dello Champagne si svolge a cavallo del Ferragosto. Uno si aspettava delle belle giornate assolate e invece in diversi giorni le nuvole e a volte pioggerellina e qualche scroscio hanno parzialmente rovinato le nostre escursioni. Purtroppo i gruppi organizzati sono sempre troppo numerosi e questo va a discapito di alcuni inconvenienti come i ritardi, i tempi di salita e discesa dal bus, seguire le guide con gli auricolari sentendo gracchiare le loro voci in un italiano a volte imperfetto. Ecco perchè in alcune situazioni ho preferito girare da solo e vedere ciò che mi interessava di più.

Durante questa settimana ho visitato Liegi, Lovanio, Bruxelles, Anversa, Bruges, Gand, Reims, Épernay.

Partenza alle 6,00 dalla stazione di Novara con un bus già quasi completo e partito da Casale Monferrato con destinazione un ritrovo lungo l'autostrada di Varese dove avviene il passaggio su di un altro bus. In questo luogo si sono ritrovati altri due bus con altre destinazioni. Anche in questa occasione la vicina di posto viene da Genova.
Passiamo da Como e attraversiamo la Svizzera (si passa dal tunnel del San Gottardo) e facciamo una breve sosta presso la stazione di Lucerna per cambio autista. Poi via a Basilea, Strasburgo, Lussemburgo, giungendo in prima serata a Liegi in Belgio, dopo alcune soste tecniche. L'Hotel è grazioso ma a pochi passi dal vicino aeroporto della città. Ci viene servita la cena e poi a nanna, stanchi per il lungo viaggio.

Liegi

Il mattino seguente, dopo colazione, inizia la visita di Liegi, una città francofona del Belgio, capoluogo dell'omonima provincia nella Regione vallone. La popolazione ammonta a circa 195.000 abitanti. Per numero di abitanti, Liegi è la prima area urbana della Vallonia e la terza del Belgio, dopo gli agglomerati di Bruxelles e Anversa. Liegi è soprannominata la "Cité ardente" (La città ardente). La città è attraversata dal fiume Mosa. A Nord della città di Liegi, dalla Mosa si stacca il canale Alberto che collega Liegi al porto di Anversa. La visita parte da Place Lambert e dal Palazzo dei Principi-Vescovi, un grande complesso architettonico iniziato alla fin del X secolo, poi ampliato nel XII secolo.

La costruzione, oggi palazzo di giustizia, fu ordinata dal principe-vescovo Everard van der Marck nel 1526 su costruzioni precedenti, del 1185 e del 1505. Entrambi i precedenti edifici vennero distrutti dagli incendi. Il palazzo oggi si presenta con un straordinaria miscela di stili. L'esterno è stato costruito in stile rinascimentale italiano, mentre per l'interno lo stile gotico è prevalente. La facciata principale, che funge da ingresso del palazzo da Place St.Lambert fu costruita nel 1879.

Nel mezzo della piazza del mercato si trova il Perron, una fontana ottagonale ad arcate in cui è posata una colonna con ai lati quattro leoni, eretta nel 1697 da Jean Delcour, che simboleggia lo spirito di libertà che ha sempre animato la città di Liegi. L'originale Perron fu demolito per volere di Carlo il Temerario di Borgogna. Maria di Borgogna, consorte di Massimiliano I d'Asburgo e nonna del futuro imperatore Carlo V lo fece ricostruire.
Sempre vicino al Perron su Place du Marché si trova il municipio di Liegi costruito nel 1714, noto come La Violette. Dall'altro lato della piazza si trova il teatro che ospita l'Opera Reale di Vallonia. Attraversato il fiume si arriva nella Outremeuse.

La migliore vista di Liegi si ha salendo i 406 gradini della Montagne de Bueren. La 'montagna' fu costruita nel 1880 per i soldati della guarnigione della cittadella di Liegi, in modo da poter raggiungere la cima della collina velocemente, senza dover passare attraverso dai vicoli della città. Questa imponente scalinata perpetua la memoria di Vincent de Bueren (1440--1505), che fu uno dei più accaniti difensori delle libertà di Liegi nella guerra contro Carlo il Temerario di Borgogna.

In Place Saint Barthelemy vi è l’omonima chiesa, impossibile non notarla per l’architettura e i colori sgargianti dell’edificio. Lì vicino in una grande casa, si trova il Musée Curtius. L'edificio che lo ospita, una antica casa patrizia gioiello rinascimentale dello stile Mosan, fu costruito tra il 1600 e il 1610 dal ricco mercante di polvere da sparo Jean de Corte, più noto sotto il nome latino Curtius. Il museo ospita una collezione archeologica e di arti figurative.

La Cattedrale di San Paolo, mirabile edificio gotico iniziato nel 1232 in stile Gotico, merita una visita interna per le splendide navate e le luminose vetrate. La Cattedrale di San Paolo divenne sede della Diocesi di Liegi dal XIX secolo, in seguito alla distruzione della precedente cattedrale di San Lamberto nel 1795.
L'edificio odierno venne costruito, su una precedente chiesa del X secolo, presentando tutte le fasi dell'Architettura gotica, dal Protogotico al Gotico-fiammeggiante, interpretate secondo lo stile Gotico brabantino in voga nella zona. Venne restaurata nel XIX secolo, quando fu anche aggiunta la flèche (una guglia notevolmente sottile) con orologio, sulla torre della facciata. L'interno, grandioso e luminoso, è diviso in tre navate e coperto da splendide volte gotiche affrescate nel '500 a motivi vegetali. Il coro e il transetto sono illuminati da preziose vetrate del XVI secolo, fra cui spiccano quelle del transetto destro. Adiacente la cattedrale si apre il Chiostro, anch'esso gotico, eretto nella metà del XV secolo.

La chiesa di San Giacomo Minore è uno storico edificio religioso eretto nel 1015 come abbazia benedettina in stile romanico. L'originaria abbazia fu ricostruita in stile gotico a partire dal 1538.

Nel primo pomeriggio, dopo un improvviso temporale, siamo ripartiti con meta Lovanio.