Oratorio di San Biagio
CAMERI



Percorrendo la statale per Arona, subito dopo l’abitato di Veveri, sulla curva destra si imbocca uno stradino campestre e si giunge all’omonima cascina ove è situato il piccolo oratorio dedicato a San Biagio.

È ad aula unica absidata, orientato. Il tetto in tegole poggia su un ordito di legno.

La facciata è a capanna, l’abside, invece è suddivisa da lesene collegate da archetti pensili.

Nel corso dei secoli subì vari rimaneggiamenti: furono aperte diverse finestre rettangolari e un portoncino sul lato sud.

Sulle pareti interne sono parzialmente visibili alcuni affreschi. Il più leggibile raffigura San Biagio fra due personaggi.

L’antica ancona, posta sopra l’altare, raffigura la Vergine in trono con il Figlio tra San Biagio e San Giovanni Battista.

Attualmente l’oratorio versa in grave stato di degrado. Interessanti e sicuramente più antichi gli affreschi parietali rimaneggiati nel corso dei secoli successivi.