Oratorio di San Tommaso
BRIGA NOVARESE



Il piccolo oratorio dedicato a San Tommaso si trova a circa un chilometro dal paese isolato su di una piccola altura.

Poco si conosce delle vicende storiche di questa cappella anche se l’origine del paese è molto antica. Briga è citata già nei possedimenti dei signori di Biandrate nel 1140 e ancora nel 1152 tra quelli di Guido il Grande, poi alla fine del XII secolo è compresa nella pieve di Gozzano.

É a navata unica, con abside semicircolare, coperta da un semicatino in muratura. La facciata è a capanna con sopraelevazione, quest’ultima realizzata nel 1918 in occasione di un massiccio restauro conservativo per opera dell’architetto Carlo Nigra, con la posa di un nuovo tetto in beole.

La muratura dell’intero edificio è composta da pietrame, tranne qualche piccolo motivo di mattoni.

All’interno, il motivo di maggior interesse è dato dagli affreschi che decorano l’abside e l’arco trionfale e raffigurano la Vergine e gli Apostoli, la Colomba, gli Angeli e Gesù, fra i simboli degli Evangelisti.

Interessante la larga fascia a motivi geometrici che racchiude il catino absidale ove il rosso scuro e il verde sono i colori dominanti.

Queste pitture di rara bellezza potrebbero risalire, secondo il Nigra , alla prima metà dell’XI secolo e considerate fra le più antiche del Piemonte.