Oratorio di San Martino di Engrevo
BOLZANO NOVARESE



La prima costruzione della chiesa, che sorge presso il cimitero, risale probabilmente al XII secolo.

Si trattava dell'antica parrocchiale di Engrevo (primo nome dell'abitato, riportato in documenti che vanno dal X al XII secolo e che attestavano insediamenti di uomini professanti legge franca, longobarda e romana).

Ha una semplice facciata a capanna e un'unica navata; costituisce un esemplare del romanico campestre. Al suo interno sono conservati splendidi affreschi del XV e XVI secolo.

Fra questi, opera di Francesco Cagnola il "San Martino a cavallo" sulla facciata esterna.

All'interno, sulla parete sinistra, si possono ammirare "San Martino e il povero" e un "Compianto sul Cristo", firmati da Tommaso Cagnola, padre di Francesco.

Sulla parete destra si trovano due "Crocifissioni" del 1403 e del 1482. L'abside decorata con affreschi, raffiguranti i "Dodici Apostoli" e l'"Annunciazione"; nella mandorla rappresentato "Cristo Pantocratore coi simboli degli Evangelisti", attribuiti a Francesco Cagnola.