Vacanza in Basilicata

Foto di Livio G. Rossetti e Anna Maria Bojeri

Chieti, Nova Siri, Rotondella, Matera, Metaponto, abbazia di Montescaglioso, Bitonto, Gradara

Vacanza in Basilicata, sulla spiaggia di Nova Siri Stazione. Viaggio lungo all'andata con tappa a Chieti. Paesaggi molto diversi dominati dall'agricoltura. Soprattutto in Puglia sono campi di ulivi e vite; le terre sempre più rosse e assolate. Poi, finalmente, il mare. Raramente calmo, onde impetuose e tanta schiuma bianca tra pietre scure lungo la spiaggia.

Chieti, sita su di un colle, tra il mare e la Majella e il Gran Sasso, conta poco più di 52 mila abitanti, è capoluogo di provincia e si trova in Abruzzo. Gli abitanti si chiamano teatini dall'antico nome latino e greco della città, Theate o Tegheàte. Chieti è fra le più antiche città d'Italia. Le sue origini storiche si confondono con la mitologia; una leggenda racconta che fu fondata nel 1181 a.C. da Achille che la chiamò Teate in onore di sua madre. L'eroe omerico è rappresentato nello stemma del Comune su di un cavallo rampante, mentre regge una lancia ed uno scudo su cui è raffigurata una croce bianca su campo rosso con quattro chiavi, che rappresentano le quattro porte d'ingresso della Chieti medievale.

Il principale monumento visitato è la cattedrale di San Giustino, sorta su costruzioni molto antiche, ha subito diversi interventi, dal Medioevo al Seicento fino alla trasformazione interna tardo barocca. La torre campanaria terminò invece nel 1498, mentre l'attuale facciata e il fianco lungo la piazza sono stati modificati in stile medioevale tra il 1920 e il 1936. Sotto l'altare vi è una antica cripta in stile romanico con una immagine del santo patrono. Pochi i resti romani visitabili come mura di antiche costruzioni e un teatro.




l

























la cripta


San Giustino

































filmato

















Nova Siri e Rotondella

Alle spalle della spiaggia, tra i colli, sono ubicati alcuni piccoli centri contadini, tra cui Nova Siri e Rotondella. Nulla di particolarmente interessante se non il paesaggio che da lassù si osserva, attorno e verso la costa.









































Durante il soggiorno abbiamo visitato la città di Matera, soprattutto una parte dei Sassi, il sito archeologico di Metaponto, l'abbazia di Montescaglioso, mentre, sulla via del ritorno ci siamo fermati a Bitonto, con la sua grande cattedrale e Gradara, con il suo castello.